Accedi

Ho dimenticato la password




Migliori postatori
sharon bdb (1142)
 
Giady (1071)
 
bandita (934)
 
Dany (887)
 
duciola84 (434)
 
alex88 (421)
 
Cinzi@ (405)
 
Cris (207)
 
barbarina81 (171)
 
MaryPattz (168)
 











Non sei connesso Connettiti o registrati

Poesie...varie ed eventuali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Poesie...varie ed eventuali il Mer Gen 12, 2011 1:32 pm

bandita

avatar
amico del forum
amico del forum
Abbiamo il topic dei libri, ne mancava uno sulla poesia

"Difesa dell'allegria" di Mario Benedetti



Difendere l’allegria come una trincea

difenderla dallo scandalo e dalla routine

dalla miseria e dai miserabili

dalle assenze transitorie

e le definitive



difendere l’allegria come un principio

difenderla dallo sbalordimento e dagli incubi

dai neutrali e dai neutroni

dalle dolci infamie

e dalle gravi diagnosi



difendere l’allegria come una bandiera

difenderla dal fulmine e dalla malinconia

dagli ingenui e dalle canaglie

dalla retorica e dagli arresti cardiaci

dalle endemie e dalle accademie



difendere l’allegria come un destino

difenderla dal fuoco e dai pompieri

dai suicidi e dagli omicidi

dalle vacanze e dalla fatica

dall’obbligo di essere allegri



difendere l’allegria come una certezza

difenderla dall’ossido e dal sudiciume

dalla famosa patina del tempo

dall’umidità e dall’opportunismo

dai prosseneti del ridere



difendere l’allegria come un diritto

difenderla da Dio e dall’inverno

dalle maiuscole e dalla morte

dai cognomi e dalle pene

dal caso

e anche dall’allegri


"Le mie mani" di Max Solinas



Le mie mani sono io
vissute, usate, sporche, ferite, guarite e riferite.
Cicatrici volgari, abitudine, odore, armi, carezze,
ricerca, sesso, amore, amare.
Le mani che sanno, le mie mani sono io.



Ho imparato... di Andy Rooney

HO IMPARATO...

Ho imparato... che la miglior aula del mondo è ai piedi di una persona anziana.

Ho imparato... che quando sei innamorato, si vede.

Ho imparato... che appena una persona mi dice, "Mi hai reso felice!", mi
rende felice.

Ho imparato... che avere un bambino addormentato fra le braccia
è una delle cose del mondo che piu rendono sereni.

Ho imparato... che essere gentili è piu importante dell'aver ragione.

Ho imparato... che non bisognerebbe mai dire no ad un dono fatto da un
bambino.

Ho imparato... che posso sempre pregare per qualcuno, quando non ho la
forza di aiutarlo in qualche altro modo.

Ho imparato... che non importa quanto la vita richieda che tu sia
serio................ognuno ha bisogno di un amico con cui divertirsi.

Ho imparato... che talvolta tutto cio di cui uno ha bisogno è una mano da
tenere ed un cuore da capire.

Ho imparato... che semplici passeggiate con mio padre attorno all'isolato
nelle notti d'estate quand'ero bambino, sarebbero stati miracoli
per me da adulto.

Ho imparato... che la vita è come un rotolo di carta
igienica.............. piu ti avvicini alla fine, piu velocemente va via.

Ho imparato... che dovremmo essere contenti per il fatto che Dio non ci dà
tutto quel che gli chiediamo.

Ho imparato... che i soldi non possono acquistare la classe.

Ho imparato... che sono i piccoli avvenimenti giornalieri a fare la vita
così spettacolare.

Ho imparato... che sotto il duro guscio di ognuno c'è qualcuno che vuole
essere apprezzato e amato.

Ho imparato... che il Signore non ha fatto tutto ciò in un giorno
solo. Cosa mi fa pensare che io potrei?

Ho imparato... che ignorare i fatti non cambia i fatti.

Ho imparato... che quando progetti di prenderti la rivincita su qualcuno,
stai solo facendo in modo che quella persona continui a ferirti.

Ho imparato... che l'amore, non il tempo, guarisce tutte le ferite.

Ho imparato... che per me il modo piu semplice di crescere come persona è
circondarmi di gente piu abile di me.

Ho imparato... che ogni persona che incontri merita d'essere salutata con
un sorriso.

Ho imparato... che non c'é niente di più dolce che dormire coi
tuoi bambini e sentire il loro respiro sulle tue guance.

Ho imparato... che nessuno è perfetto, fino a quando non te ne innamori.

Ho imparato... che la vita é dura, ma io sono piu duro.

Ho imparato... che le opportunità non si perdono mai, qualcuno sfrutterà
quelle che hai perso tu.

Ho imparato... che se dai rifugio all'amarezza, la felicità
attraccherà da qualche altra parte.

Ho imparato... che desidererei aver detto una volta in più a mio
padre che lo amavo, prima che se ne andasse.

Ho imparato... che ognuno dovrebbe rendere le proprie parole soffici e
tenere, perché domani potrebbe doverle mangiare.

Ho imparato... che un sorriso è un modo non costoso di valorizzare i tuoi
sguardi.

Ho imparato... che non posso scegliere come sentirmi, ma posso scegliere
cosa farci.

Ho imparato... che quando tuo nipote neonato tiene il tuo mignolo nel suo
piccolo pugno, sei agganciato per tutta la vita.

Ho imparato... che chiunque vuole vivere sulla vetta della
montagna, tutta la felicita e la crescita si trovano mentre la si scala.

Ho imparato... che è meglio dare consigli in due sole circostanze : quando
sono richiesti e quando c'è pericolo di morte.

Ho imparato... che meno tempo ci lavoro, più cose mi trovo fatte.

Vedi il profilo dell'utente

2 Re: Poesie...varie ed eventuali il Mer Gen 12, 2011 4:03 pm

alex88

avatar
frequentatore del forum
frequentatore del forum
SE..

Se puoi non perdere la testa quando tutti attorno a te
L' hanno perduta e te ne incolpano,
Se puoi ancora credere in te stesso, quando più nessuno crede in te,
E tuttavia ti chiedi se non abbiano ragione gli altri e torto tu.
Se puoi attendere con calma ciò che ti spetta
o se, perseguitato, non pagare
odio con odio, offesa con vendetta,
senza per questo abbandonarti al gusto di stimarti santo tra i santi, e tra i giusti il giusto.

Se puoi sognare, e tuttavia non perderti nelle reti del sogno,
Se puoi pensare senza tutto concedere al pensiero;
Se puoi fissare in volto trionfo e disonore,
E senza per questo spalancare il cuore a nessuno dei due.
Se senza batter ciglio puoi il tuo vero vedere fatto menzogna sulle labbra dell'insincero,
E di colpo crollare quanto hai caro per tosto ricomporlo con amaro coraggio.
Se in un solo colpo puoi rischiare tutto quanto hai avuto dalla vita e perderlo,
E poi ricominciare senza pentirti della tua partita;

Se potrai richiamare il tuo coraggio quando da un pezzo lo avrai dilapidato
E stare saldo quando sai che tu altro non puoi più fare,
Se non dirti "Su!".

Se puoi toccare il fango senza insozzarti
E dar la mano ai re senza esaltarti.
Se amico o nemico male potrà mai farti.
Se tutti gli uomini avrai cari ugualmente, ma più degli altri nessuno.
Se nel balzo saprai d'un solo istante
superare l'istante che non perdona,
Tua è allora la Terra, e tutto ciò che dona,
E —cosa ancora più importante— sarai un Uomo, figlio mio!


Rudyard Kipling

Vedi il profilo dell'utente

3 Re: Poesie...varie ed eventuali il Mer Gen 12, 2011 4:06 pm

bandita

avatar
amico del forum
amico del forum
aleeeeeeee io adoro questi versi...

Vedi il profilo dell'utente

4 Re: Poesie...varie ed eventuali il Mer Gen 12, 2011 4:09 pm

alex88

avatar
frequentatore del forum
frequentatore del forum
Beh poi c'è tutto Nazim Hikmet cry

Vedi il profilo dell'utente

5 Re: Poesie...varie ed eventuali il Mer Gen 12, 2011 4:12 pm

bandita

avatar
amico del forum
amico del forum
postalo quando vuoi

Vedi il profilo dell'utente

6 Re: Poesie...varie ed eventuali il Mer Gen 12, 2011 4:22 pm

alex88

avatar
frequentatore del forum
frequentatore del forum
Berlino 1962

Ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia
è la mia nostalgia
cresciuta sul ramo inaccessibile
è la mia sete
tirata su dal pozzo dei miei sogni
è il disegno
tracciato su un raggio di sole

ciò che ho scritto di noi è tutta verità
è la tua grazia
cesta colma di frutti rovesciata sull'erba
è la tua assenza
quando divento l'ultima luce all'ultimo angolo della via
è la mia gelosia
quando corro di notte fra i treni con gli occhi bendati
è la mia felicità
fiume soleggiato che irrompe sulle dighe

ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia
ciò che ho scritto di noi è tutta verità.

Mosca, 1962

Ti sei stancata di portare il mio peso
ti sei stancata delle mie mani
dei miei occhi della mia ombra

le mie parole erano incendi
le mie parole eran pozzi profondi

verra' un giorno un giorno improvvisamente
sentirai dentro di te
le orme dei miei passi che si allontanano

e quel peso sara' il piu' grave.


Nazim Hikmet

Vedi il profilo dell'utente

7 Re: Poesie...varie ed eventuali il Mer Gen 12, 2011 4:26 pm

bandita

avatar
amico del forum
amico del forum
amoLo
"Nevica sull'isola di Baro" di Corrado Sobrero
Ho capito che non può sempre vincere la Noia e che nessuno nasce segnato, predestinato ma ciascuno deve tracciare la propria strada.
Ognuno può fare qualcosa, purché la faccia.
L'Inedia e la Rassegnazione sono complici della Noia e dell'Ignoranza.
Ho capito che camminare sempre con la testa bassa aiuta a vedere la strada
ma non a vedere dove si sta andando.
Ho capito che ogni legame non dura se non nasce libero,
così come ogni mente non e' viva se non e' libera dalle gabbie della tradizione, da quello che dicono gli altri, dalle mille regole senza senso accettate solo per abitudine o per tradizione.
Ho capito che si progredisce solo mettendo sempre in discussione tutto, a partire da se stessi,
le certezze le hanno gli stupidi e gli appagati, e l'appagamento e' spesso il primo sintomo di stanchezza, stanchezza di vivere, di vivere davvero, di costruire, di progredire, di crescere.
Ho capito che ognuno porta dentro di sé il prezzo che dovrà pagare per quello che fa,
qualunque cosa faccia o non faccia, dica o non dica, ogni scelta e' una rinuncia e ogni scelta implica coerenza
ma la coerenza spesso limita la libertà di sbagliare.
Un po' di incoerenza ampia le possibilità, a volte.
Ho capito anche che ho capito tutto questo confrontandomi con chi e' diverso da me,
con altre isole, altre idee, altri valori....

Vedi il profilo dell'utente

8 Re: Poesie...varie ed eventuali il Mer Gen 12, 2011 4:34 pm

alex88

avatar
frequentatore del forum
frequentatore del forum
Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sara` questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,
ne' nell'irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l'anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga.
Che i mattini d'estate siano tanti
quando nei porti - finalmente e con che gioia -
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche profumi
penetranti d'ogni sorta; piu' profumi inebrianti che puoi,
va in molte citta` egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca -
raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio
metta piede sull'isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.
Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
sulla strada: che cos'altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
gia` tu avrai capito cio` che Itaca vuole significare.

Kostantin Kavafis

Vedi il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum